Qual è il miglior kit di videosorveglianza

miglior kit di videosorveglianza

Qual è il miglior kit di videosorveglianza? Oggi in molti sentono l’esigenza di disporre di un sistema antifurto da integrare con le telecamere per proteggere al meglio la loro casa o il luogo in cui lavorano. D’altronde è possibile trovare in commercio la soluzione che meglio si adatta alle esigenze di ognuno. Infatti esistono diversi prodotti dedicati alla sicurezza in casa, nei locali commerciali o nelle aziende. Ma come orientarsi e come non fare la scelta sbagliata? Molti si chiedono infatti quale sia il miglior kit di videosorveglianza da scegliere. Esistendo un’ampia varietà di prodotti, vogliamo darti qualche consiglio utile, perché tu ti possa orientare in modo opportuno.

Le tipologie dei kit di videosorveglianza

Fra le varie tipologie di kit di videosorveglianza che puoi scegliere per esempio ci sono quelli che si basano sulla tecnologia IP. Sono dei kit che si rivelano particolarmente consigliati per un uso esterno. Questi sistemi si possono configurare anche tramite una rete wireless, quindi le telecamere possono essere posizionate anche ad una certa distanza.

Puoi scegliere anche un kit di videosorveglianza analogico. In questo caso il segnale video è trasmesso per mezzo di un cavo e puoi visionare anche le immagini senza audio. Sono kit che non costano molto e questi sistemi si possono installare molto facilmente.

Infine ti vogliamo parlare di un’altra tecnologia disponibile per la videosorveglianza. Si tratta della tecnologia HD-CVI. Questo tipo di tecnologia permette di trasmettere un segnale video ad alta definizione anche a diversi metri di distanza. Si tratta di modelli più utili per avere a disposizione video con audio.

Le componenti dei kit di sorveglianza

Ci sono alcuni elementi fondamentali da cui non si può prescindere per orientarsi e scegliere al meglio per quanto riguarda i kit di videosorveglianza. I componenti di base comuni a tutti i prodotti sono rappresentati sicuramente da un numero variabile di telecamere, che possono essere da un minimo di due ad un massimo di otto.

Poi il kit è dotato di un registratore, in modo da registrare le immagini e consultarle nel tempo, grazie anche ad un sistema di archiviazione la cui capienza parte da un minimo di 1 TB. A tutto ciò si aggiungono l’alimentatore e i cavi di collegamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *